a cura del Dott. Francesco Pelizza

Un concetto che spaventa alcuni e che rincuora altri.

Il mantenimento delle masse muscolari non è direttamente correlato all’introito giornaliero di proteine e ciò che conta è un fine bilancio metabolico di azoto, aminoacidi e proteine che si muovono nel nostro organismo in molti modi, differenti tra loro, quasi esotici, per quanto potenzialmente bizzarri.

Non solo il nostro organismo ma l’intera natura biologica hanno imparato a sviluppare rapporti di simbiosi con mutuo scambio di risorse, energia e vantaggi per “l’ospite” e il “padrone di casa”, ed è questo che rende l’introito proteico giornaliero un fattore oltremodo relativo.

Le proteine servono? Assolutamente si.

Quante (mi chiederete)? Tra i 55 e i 70 gr in peso netto, derivate dal contenuto medio degli alimenti, sono una borderline che già determina degli eccessi di assunzione.

La sintesi proteica nel nostro organismo è uno strumento metabolico tremendamente affinato, che non spreca risorse là dove non sia necessario; e la risorsa che conta più di tutte è l’energia, non l’amminoacido.

Dove possiamo trovare amminoacidi nel nostro organismo se mangiamo poche proteine? C’è sempre una via per ricavare amminoacidi dal nostro organismo!

Senza eventi estremi che innalzino la sintesi proteica (quali ustioni, gravi traumi, infezioni, eccetera) è inutile introdurre molte proteine nel nostro organismo; paradossalmente ha più bisogno di proteine un maratoneta piuttosto che un pesista.

Allora: cosa conta nell’introito proteico di un atleta come qualsiasi altro essere umano?

Il bilancio energetico.

A discapito di questo fattore, i nostri muscoli non “vedranno” di certo un aumento in massa e volume.

La logica risiede nell’uso intelligente dell’energia che le molecole organiche, come acidi grassi e glucosio, ci possono fornire e nel ricordandosi che troppe proteine possono intossicare il nostro organismo.

Vi ricordiamo che domenica 04 Maggio 2014 a MILANO, presso il Centro Sportivo HANGAR ZERO – Via Aldo Villa, 50/3 – Bresso (MI), il Dott. Francesco Pelizza e Amerigo Brunetti saranno i relatori del seminario “IPERTROFIA 2.0 – Analisi scientifiche ed evoluzioni pratiche dei processi ipertrofici nella moderna visione del Natural Bodybuilding” insieme a Gabriele SAVANT e Davide GIANNICO per parlare di Alimentazione, Integrazione, Metodologia, Pianificazione e Periodizzazione dell’Allenamento finalizzato all’ipertrofia muscolare nel Natural Bodybuilding.

Troverete tutti i dettagli qui.

X